Pagamenti digitali da telefoni e tablet in totale sicurezza


I pagamenti digitali sono sempre più frequenti. Di fatto, stanno aumentando vertiginosamente. E se non sei ancora saltato sul carro, molto probabilmente lo farai presto, che tu sia un proprietario d'azienda, un manager o un consumatore. Basta considerare questi dati: un report approfondito condotto da BI Intelligence prevede che il volume dei pagamenti digitali in negozio tramite Apple Pay, Android Pay o Samsung Pay, per citare i canali principali, raggiungerà i 503 miliardi di dollari negli Stati Uniti entro i prossimi due anni. Parliamo di un tasso di crescita annuale composto dell'80% tra il 2015 e il 2020.

Se usciamo dagli Stati Uniti, i numeri sono ancora più sbalorditivi. Secondo un recente studio condotto da Capgemini e BNP Paribas, i pagamenti digitali in tutto il mondo toccheranno i 726 miliardi entro il 2020. La Cina, ad esempio, sta aprendo la strada con app per pagamenti digitali come WeChat Pay e Alipay, e il volume dei sistemi di pagamento tramite dispositivo mobile è più che raddoppiato, toccando i 5000 miliardi di dollari nel 2016. I pagamenti digitali sono a tal punto radicati nella cultura generale, che persino le zone turistiche più popolari per i cinesi, come il Giappone e Hong Kong, si sono dovute adattare.

Image_CustomerData_243x150.jpg

Identificare gli anelli deboli nella sicurezza

Elimina gli anelli deboli della catena di difese della sicurezza che rendono la tua azienda vulnerabile a costose violazioni.

SCARICA L'EBOOK

Il motivo della popolarità dei pagamenti digitali non è certo un mistero. Questi sono solo alcuni dei vantaggi che offrono:

  • Comodità. Non servono contanti né carte. È tutto digitale.
  • Velocità. Le transazioni vengono completate in pochi secondi. Nessun bisogno di strisciare carte di credito, dare il resto o fornire ricevuta cartacea.
  • Migliore controllo del budget. Dal momento che tutte le transazioni sono digitali, è facile tenere traccia di acquisti, spese e altre uscite.
  • Sicurezza. I contanti, una volta rubati, quasi mai vengono recuperati. Un portafoglio digitale invece può essere bloccato facilmente in remoto per impedire il furto.
  • Sconti. È finita l'era dei coupon da ritagliare. I programmi fedeltà integrati possono essere inseriti nel portafoglio digitale, a vantaggio sia dei consumatori che delle aziende. Coupon, aggiornamenti sulle consegne, saldi della carta di credito, promemoria sulle date di scadenza di un offerta: è tutto a portata di mano, così è facile per un'azienda mantenere il contatto con i clienti.
  • Dati preziosi. Gli acquisti digitali forniscono una serie di informazioni utilissime sui clienti, informazioni che le aziende possono sfruttare per aumentare la soddisfazione dei clienti stessi, oltre che per raccogliere dati più approfonditi sui loro modelli e comportamenti d'acquisto, tra le altre cose.

I vantaggi sono innegabili. Ma in un mondo sempre più digitale, bersagliato da attacchi hacker e schemi di phishing di alto profilo, le piccole aziende hanno veramente la possibilità di ridurre i rischi per se stesse e per i loro clienti? Il dubbio è legittimo, se pensiamo che l'importo medio che le grandi aziende del Nord America hanno sborsato per far fronte a una violazione della sicurezza ammonta a 1,3 milioni di dollari nel 2017, mentre i proprietari di piccole e medie imprese hanno pagato in media circa 117.000 dollari, secondo un report del 2017. E allora cosa può aiutare le aziende ad aumentare le sicurezza informatica senza rinunciare a offrire ai clienti opzioni di pagamento digitale?

La risposta è la tecnologia di nuova generazione.

Che voglia ricevere pagamenti digitali o consentire ai clienti di pagare con i Bitcoin, un'azienda avrà bisogno di nuovo hardware, come terminali e telefoni che supportino Near Field Communication (NFC), oltre a una connessione Internet efficiente e, cosa più importante, un'infrastruttura aggiornata e sicura. Componente cruciale di questa infrastruttura deve essere una soluzione di protezione dalle minacce di livello enterprise, che sia in grado di assicurare una protezione affidabile e collaudata dell'ambiente digitale dell'azienda, fornendo:

  • Aggiornamenti automatici. WeChat, usata da quasi 900 milioni di utenti, è stata hackerata nel 2015 sfruttando un difetto nel sistema di sicurezza per cui è stata successivamente sviluppata una patch. Per evitare che una situazione del genere possa capitare alla tua azienda e, di conseguenza, ai tuoi clienti, assicurati che tutto il software usato in azienda sia costantemente aggiornato con le più recenti correzioni rapide per la sicurezza, patch e miglioramenti, oltre agli ultimi strumenti e funzionalità.
  • Informazioni approfondite sulle più recenti minacce. I criminali attaccano di continuo i clienti con email ingannevoli che sembrano provenire da aziende legittime, come nel caso dei tentativi di phishing di PayPal, che a quanto pare si ripetono anno dopo anno. Inviano un'email che sotto ogni aspetto sembra provenire da PayPal nel tentativo di sottrarre informazioni preziose. Per proteggersi da questa minaccia, è importante che un'azienda si doti della tecnologia necessaria per ottenere informazioni sulle minacce tramite un dashboard, tenere traccia delle campagne di phishing o malware a danno dei clienti e cercare indicatori di minacce nei report degli utenti e in altre fonti di informazioni.
  • Trasparenza e controllo. Nel 2016 una coppia di hacker è riuscita ad appropriarsi di numeri di telefono, indirizzi email e nomi di quasi 60 milioni di utenti di Uber e dei loro conducenti. Come ci sono riusciti? Trasferendo in modalità lift le informazioni tramite un servizio cloud di terze parti e quindi usandole per accedere alle informazioni memorizzate in un server Amazon. È un metodo piuttosto comune. Infatti, più di un terzo delle violazioni dei dati in tutto il mondo vede coinvolte organizzazioni di terze parti, come outsourcer, soggetti autonomi, consulenti o business partner. Morale della favola: il controllo totale dei dati è un componente essenziale della gestione della sicurezza. È fondamentale implementare controlli di accesso completi che permettano di decidere chi può e non può mettere le mani sui dati aziendali. Ma attenzione: le minacce accidentali provenienti dall'interno dell'azienda rappresentano un problema serio e reale che, alla fine, può presentare un conto salato. Per evitare gli incidenti, il provider di servizi cloud deve offrire una tecnologia di prevenzione della perdita dei dati in grado di ridurre al minimo il rischio di perdita dei dati.

Cosa possono fare le aziende per rendere le transazioni più sicure? Il passaggio ai pagamenti digitali ha i suoi vantaggi. Eccone un paio:

Il vecchio sistema POS va in pensione. Secondo un report del 2016, le violazioni dei POS sono fra i tipi più comuni di attacchi informatici. Accettando i pagamenti digitali, probabilmente dovrai aggiornare il vecchio sistema POS con uno che supporti la tecnologia NFC. Oltre a rendere più fluide le transazioni, l'aggiornamento del software POS ne riduce anche la vulnerabilità rispetto al software legacy, che potrebbe non essere più supportato con i più recenti aggiornamenti della sicurezza.

Due livelli di protezione. Dal momento che i nuovi dispositivi NFC supporteranno senza alcun dubbio lo standard EMV, la sicurezza risulterà doppiamente rafforzata. Le carte con chip EMV sono infatti più sicure delle carte con bande magnetiche, tanto che è quasi impossibile per i criminali copiare i dati di queste carte di credito. E i portafogli digitali abilitati per NFC, come sappiamo, aggiungono un ulteriore livello di protezione dalle frodi. Usano infatti la tokenizzazione, che significa che al posto del numero di carta di credito effettivo vengono trasmessi numeri casuali, detti appunto token, a protezione delle informazioni dei clienti.

In breve: con i pagamenti digitali c'è molto da guadagnare, e da perdere, in termini di tempo, denaro e dati. Ma finché le aziende si proteggono con i giusti strumenti, restando al passo con le più recenti innovazioni tecnologiche, non ci saranno perdenti ma solo vincitori.

Prodotti correlati

laptop surface con word aperto

Inizia a usare Office 365

È l'Office che già conosci, con in più gli strumenti che ti permettono di collaborare e migliorare la produttività, ovunque e in qualsiasi momento.

Acquista ora